Comitato elettorale c/o Sede Associazione Diritto,Corso Guglielmo Marconi 27 B,10125 Torino
389.99.88.939

Giorno: 21 Luglio 2020

Il Consiglio Comunale di Torino approva la delibera sul P.E.B.A. proposta da Angelo Catanzaro (PD)

Il Consiglio comunale di Torino ha approvato con 38 voti favorevoli la proposta di deliberazione comunale, presentata dalla Circoscrizione Uno, e un emendamento della maggioranza del Consiglio comunale di Torino.

La proposta prevede di destinare una quota di bilancio, non inferiore al  10% degli oneri dovuti relativamente ai permessi di costruire rilasciati dalla città di Torino, ad implementare le azioni del P.E.B.A. e a incrementare gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche e sensoriali.

È un grande traguardo”, dichiara Angelo Catanzaro, consigliere proponente della delibera, “con oggi si chiude un percorso iniziato quasi un anno fa, votato dalla nostra Circoscrizione e poi portato nelle commissioni consiliari comunali competenti”.

Questa delibera aiuterà il Disability Manager del Comune e gli uffici tecnici competenti ad avere i fondi necessari per la realizzazione del piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche e sensoriali, piano che ad oggi la Città di Torino non ha ancora realizzato.

Il nostro auspicio è che l’Amministrazione centrale coinvolga per la realizzazione anche gli uffici tecnici delle Circoscrizioni, perché è fondamentale il loro apporto e questa delibera ne è certamente una prova”, aggiunge Catanzaro.

Accoglie con soddisfazione la decisione del Consiglio Comunale l’avv. Franco Lepore, Disability Manager della Città di Torino. “Il piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche – dichiara Lepore – prevede una progettazione specifica a medio lungo termine. Ovviamente devono essere previste anche risorse adeguate rispetto agli effettivi lavori da eseguire. Con la Deliberazione del 27.04.2020 la Città di Torino si è impegnata a destinare una quota del proprio bilancio al fine di eliminare le barriere architettoniche e sensoriali che, ancora oggi, sono presenti sul territorio cittadino. Si tratta di un percorso che deve vedere il coinvolgimento attivo anche delle Circoscrizioni e delle associazioni, in quanto sono i soggetti maggiormente in contatto con il territorio e più vicina ai cittadini.

Il Disability Manager ringrazia i proponenti della Deliberazione, il Consigliere Circoscrizionale Angelo Catanzaro e la Circoscrizione 1, nonché tutti i Consiglieri Comunali che, nell’approvare all’unanimità il provvedimento, hanno dimostrato grande attenzione e sensibilità. “Sarà mia cura – conclude Lepore – vigilare affinché l’Amministrazione Comunale attui in modo concreto la Deliberazione. Ricordo che le Istituzioni hanno il compito di rimuovere tutti gli ostacoli che impediscono alle persone con disabilità di partecipare alla vita sociale su base di uguaglianza con gli altri”.

La Circoscrizione Uno, in questi ultimi tre anni ha posto l’attenzione sul tema dell’accessibilità. Infatti oltre a questa delibera, sono stati fatti interventi molto importanti per rendere il Centro-Crocetta una Circoscrizione #accessibileatutti.

Il concetto di accessibilità universale non riguarda esclusivamente le persone con disabilità permanenti – che siano fisiche o sensoriali –  ma tutti coloro che hanno impedimenti anche temporanei o condizioni di difficoltà oggettiva. Basti pensare a tal proposito a famiglie con passeggini, anziani o a piccoli infortuni. Tutti i cittadini devono poter fare le stesse esperienze, andare negli stessi luoghi e godere della stessa socialità. Ciò significa adoperarsi per rimuovere ogni barriera, ogni impedimento alla possibilità di ciascun individuo di sentirsi parte della comunità.

Adesso chiediamo all’Assessore  competente  e al Disability Manager di avviare un percorso di realizzazione del P.E,B.A. costituendo un  apposito Gruppo di Lavoro comunale intersettoriale, (ancora meglio sarebbe una Consulta Comunale per le politiche a favore delle persone con disabilità, come io stesso ho proposto). Ma al contempo è altresì necessario assicurare la partecipazione attiva di tutti i diversi protagonisti istituzionali della vita sociale, tra cui le Circoscrizioni, che hanno tra i propri compiti e obiettivi l’intervento nell’ambito della disabilità. Noi vigileremo sull’attuazione di questa delibera”, conclude Catanzaro.

More…